FANZINE A CURA DELLE BRIGATE GIALLOBLU FERMANA - ANNO 3

SERIE B E MENTALITA' ULTRAS

Dopo l’amaro esordio di Empoli, dove per la verità la squadra ha giocato bene, ci troviamo al debutto casalingo in serie B. In realtà la partita di casalingo ha ben poco, perché non giochiamo a Fermo e perché il Riviera delle Palme, causa la lontananza degli spalti dal campo, non può trasformarsi nella bolgia del Recchioni. Nonostante ciò ci faremo sentire con i nostri cori. D’altronde la posta in gioco è altissima anche se siamo solo alla seconda di campionato: la Pistoiese è nostra diretta concorrente nella lotta per la salvezza e per di più parte da –4 punti di penalizzazione, un handicap in cui speriamo di lasciarla. Chiuso il discorso sulla partita, vorremmo spendere alcune righe su una questione importantissima, che forse ci sta a cuore più della partita stessa: la mancanza di mentalità ultras in molte persone che si credono tali. Essere ultras, essere delle Brigate Gialloblu non significa soltanto presentarsi la domenica in curva per incitare la squadra e seguirla nelle trasferte più importanti. Essere ultras non significa avere la tessera delle Brigate in tasca, non significa insultare gratuitamente gli ospiti, né fare incidenti fuori o dentro gli stadi. Essere ultras significa andare in trasferta anche quando la squadra gioca per niente, essere ultras significa andare in trasferta anche quando è ultima in classifica, essere ultras è essere presenti sempre ed ovunque per portare il nostro striscione e difenderlo, per perseverare nell’esistenza di un gruppo che da 25 anni fa la storia del tifo a Fermo e fuori. Spesso, essere delle Brigate è seguire la squadra perché il gruppo viene prima di essa. Se solo noi, siamo andati a Como, per la Coppa Italia non è stato per vedere la partita, perché questa ci interessava, in fondo la Fermana giocava per un obiettivo senza interessi ed era imbottita di riserve, è stato perché è questo essere ultras, amare il gruppo più della squadra. E lo stesso si è ripetuto a Crotone o Palermo, quando eravamo penultimi in classifica e facevamo pena, ci siamo andati per attaccare lo striscione, per dimostrare la nostra fiducia anche quando le perfonmances della squadra non erano certo esaltanti. Vorremmo che molte persone capiscano questo e che prima di dirsi ultras o brigatisti veri, comincino a pensare come noi, noi 10 o 20 non di più, perché se a Fermo c’è un movimento ultras è grazie a noi. Non basta fare coreografie e cantare in 1000 in casa per poi saltare la domenica dopo la trasferta perché è lontano o perché la squadra va male. Essere ultras è essere presenti in 9 a Palermo, o a Trieste o in 20 a Como…. E non in 3000 a Battipaglia. Se molti invece di riempirsi la bocca di parole come “mentalità ultras”, ci dessero una mano saremmo stati presenti anche l’anno scorso a Nocera Inferiore o quest’anno a Napoli in Coppa Italia. Defezioni dovute al ristretto numero di Veri Ultras presenti e che ci hanno condotto a fare questa riflessione. Speriamo che qualcuno, anche fra quelli che ci sono molto vicini ma che in fondo sono solo sostenitori, recepisca il messaggio e diventi vero ultras, non solo nell’apparenza. Del resto non siamo un gruppo settario e per partecipare alle nostre iniziative basta contattarci.Chiuso anche tale argomento, ora concentriamoci sulla partita e cercate, se mai ci fosse il bisogno di ricordarlo, di cantare, perché solo cosi’ possiamo spingere la squadra alla vittoria.
 
“ESSERE ULTRAS, ESSERLO NELLA MENTE”

BRIGATE GIALLOBLU  1974


OGGI IN CURVA EST

Il gruppo principale della curva pistoiese sono le “Brigate Arancioni”, gruppo di vecchia data, che in ogni caso ora si è sciolto. I pistoiesi seguono la squadra lo stesso; non li abbiamo mai incontrati quindi massimo rispetto per loro se ne avranno per noi.


PROSSIMA TRASFERTA

Il 12 settembre la Fermana sarà di scena a Napoli e le Brigate Gialloblu organizzano pullman. Le iscrizioni si ricevono presso la Locanda del Pozzo (zona Piazzetta) e Sala Giochi Play the Game (Piazza del Popolo) entro e non oltre giovedý 9 set ore 24 per consentire l’allestimento di più pullman.
Prezzo:  £ 28.000 tesserati, £ 33.000 non tesserati.


Ricordiamo che le Brigate si riuniscono ogni martedì alla Locanda del Pozzo alle 21.30; Ŕ gradita la presenza di chi si vuole veramente impegnarsi, astenersi perditempo.